Biografia Bibliografia

Giuseppe Pederiali

Emiliano di nascita e di cultura, opera nei suoi romanzi un felice impasto tra le fantastiche metamorfosi del reale e i terrestri incantesimi dell’immaginazione spirituale. La sua narrativa combina abilmente la semplicità dell’avventura e l’ambiguità della metafora.

Prima di dedicarsi soltanto alla narrativa, ha fatto molti mestieri, dal marinaio al programmatore di computer, al giornalista (ha vinto il Premio Estense con una raccolta di articoli). Da quelle esperienze sono nati i romanzi Marinai e Il lato A della vita.

Di grande successo la trilogia fantastica formata dai romanzi Le città del diluvio, Il tesoro del Bigatto e La Compagnia della Selva Bella.

Il tesoro del Bigatto è un long-seller da un milione di copie: dal 1980 continua a essere adottato nelle scuole italiane e venduto in libreria nell’edizione tascabile.

Giuseppe Pederiali ha collaborato con il cinema, la radio e la televisione (ha condotto alla RAI la trasmissione “I giorni”).

È morto il 3 marzo 2013 a Milano a 76 anni, dopo un mese di coma dovuto a un investimento stradale.

 

Piazza del Final


Ha pubblicato:

Per la Arnoldo Mondadori Scuola ha ridotto in prosa La secchia rapita e L’Orlando furioso. Dal racconto Venivano dalle stelle è stato tratto il film Luci lontane, diretto da Aurelio Chiesa, prodotto da Claudio Argento, e interpretato da Tomas Milian e Laura Morante.
Renato Bertacchini ha dedicato due studi all’opera di Pederiali, su “Otto/Novecento” (Pederiali prima del diluvio) e su “Atti e Memorie dell’Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti” (Magie, fame e avventure nella narrativa di Pederiali). L’enciclopedia Rizzoli-Larousse e l’Enciclopedia della Letteratura Garzanti gli hanno dedicato una voce.
Giovanni Negri è l’autore del volume Il fantastico mondo di Giuseppe Pederiali, edizioni Diabasis (Dal risvolto di copertina: “La narrativa di Pederiali rappresenta la volontà di restituire al lettore il fascino e la magia di un mondo fiabesco, che rischia la cancellazione. L’accurato percorso antologico, che Giovanni Negri conduce sulla produzione dello scrittore di Finale Emilia, dal 1966 a oggi, corrisponde all’invito alla favola di Calvino: di ‘liberarsi liberando’, attraverso pagine senza età e in grado di fornire una via di fuga del reale dal quotidiano”). (Libro vincitore del Premio Italia).

Nelle edizioni per ragazzi sono in catalogo:

  • Il tesoro del Bigatto (Bruno Mondadori 1981)
  • Le porte del tempo (Bruno Mondadori 1982)
  • Dove vanno gli zingari (Bruno Mondadori 1990) (Premio Castello)
  • I ragazzi di Villa Emma (Bruno Mondadori 1989) (Premio Castello, Premio Valtesine)
  • Il re di Saba (Signorelli 1993)
  • Il primo treno per l’Africa (Signorelli 1995)
  • Finalmente si balla (Bruno Mondadori 1995)
  • Ragazzi d’onore (Bruno Mondadori 1996)
  • Il bambino che non voleva nascere (Giunti 1996) (Premio Europeo di Letteratura Giovanile “Pier Paolo Vergerio”)
  • Il diario di Jorg Ritter (Bruno Mondadori 1998)
  • Maramao perchè sei morto? (EL 1999)
  • Avventura in Egitto (La Scuola 2000)
  • Jorg e Marian (Bruno Mondadori 2000)
  • Avventura a Quel Paese (Aragno 2000) (Premio Castello)
  • La Compagnia della Selva Bella (Bruno Mondadori 2001)
  • Il bambino senza un venerdì (Bruno Mondadori 2001)
  • Il drago di pietra (SEI 2002)
  • La strana cosa (Einaudi 2002)
  • Le case dei sogni bambini (Bruno Mondadori 2003)
Statistiche gratis