Stella di Piazza Giudia

Celeste, la ragazza più bella del Ghetto di Roma ma quasi nessuno la chiama con il suo nome vero: lei è Stella, per gli innumerevoli ammiratori, o la Pantera Nera , negli anni oscuri dell’occupazione tedesca, per i parenti e gli amici dei tanti correligionari da lei consegnati ai fascisti condannandoli alle Fosse Ardeatine o ad Auschwitz.

Nessuno ha mi saputo perché lo facesse.
Per soldi? Per amore di un ausiliario delle SS? O per vendicarsi della propria comunità che l’aveva respinta ai margini per il suo comportamento disinibito?

A queste domande non hanno saputo rispondere le cronache, che si occuparono a lungo di lei nel dopoguerra, quando trascorse anni in carcere prima di sparire nel nulla con un altro nome.

Partendo dallo studio di carte processuali, archivi, giornali d’epoca e da interviste di molti testimoni di quei tragici eventi, Pederiali costruì un romanzo corale struggente, vivido specchio di uno dei momenti più laceranti della nostra storia, che merita ancora oggi di essere ripubblicato e valorizzato.

Un romanzo avventuroso e struggente, la storia di Celeste, una bella e giovane donna ebrea, che nella Roma degli anni Trenta, denunciava gli ebrei del ghetto e nessuno mai ha saputo perché lo facesse. Celeste o Stella, è esistita veramente.

Pederiali ha inquadrato la storia enigmatica e terribile di Stella di piazza Giudia in una precisa rappresentazione della Roma dell’epoca, della vita del ghetto sulla riva del Tevere, e poi delle leggi raZziali, dei discorsi del Duce, nei giorni delle retate delle deportazioni di massa
e, infine, della caotica euforia dell’Italia liberata.

“Stella della sira
stella ria
sei tu la spia
di Piazza Giudia…
Stella, Stella d’oriente
ne hai fatto piangere tanti
fosti la spia di Piazza Giudia
voglio cantare così la serenata
finché Stella viene ammazzata…

www.giunti.it
1995, 2018 per il giorno della Memoria – 27 gennaio 2018 – Giunti Editori S.p.A.

Prima edizione : settembre 1995

Progetto di copertina:Adria Villa
Fotografia in copertina : Julie Poncet/Arcangel
Fotografia dell’autore: Daniele Poltronieri

ISBN 978-88-09-85778-0

Statistiche gratis